Le Fisb Finals di Riccione

27/07/2015

 

Foto dalla pagina FB Fisb

Si è appena conclusa a Riccione l’ultima tappa dello Streetball Italian Tour, il più grande e sensazionale evento di basket 3on3 della penisola, che ha portato a sfidarsi sui campetti della riviera i migliori ballers d’Italia.

Al terzo anno consecutivo, la manifestazione ha assunto proporzioni straordinarie, accumulando sempre più punti nel Ranking mondiale e regalando un weekend denso di emozioni a tutti coloro che, spettatori o atleti, hanno potuto partecipare.

Forte della collaborazione di Federazione Italiana Pallacanestro e FIBA (International Basketball FedeFoto dalla pagina FB Fisb ration), la FISB è riuscita a mettere in piedi un evento colossale, dando la possibilità ai quattro italiani vincitori di rappresentare l’Italia al World Tour di Praga.

Da Trieste a Capo d’Orlando, i migliori ballers di tutta la penisola si sono affrontati per l’intera estate sui campetti all’aperto per conquistare il pass per le Finali di Riccione.

Un circuito, quello creato da Fisb, che, oltre ai ventisette tornei prescelti appartenenti alle categorie Gold e Silver, ha visto affermarsi nelle tappe di Milano, Firenze e Salerno, i migliori team di street basket d’Italia. Un circuito che ha proprio nell’evento Foto dalla pagina FB Free Italian Streetballdi Riccione il suo epilogo più avvincente.

Una manifestazione imponente cui hanno fatto da corollario tutta una serie di eventi che per un intero weekend ha tenuto i riflettori puntati sul basket di piazzale Roma: le qualificazioni agli Europei Under18 di Basket 3×3 (dove l’Italia si è aggiudicata la qualificazione sia per la squadra maschile che per quella femminile), il Redbull King of the Rock, una serie di sfide 1on1 per decretare il Re del basket da strada, il 2Point Shoot Contest e lo spettacolare Dunk Contest, probabilmente l’evento più atteso e sorprendente della manifestazione, con la partecipazione di dunker internazionali del calibro di Justin Darlington e Jordan Kilganon.

imageTra gli ospiti d’eccezione anche l’ala piccola di Cantù Awudu Abbas e il testimonial Gianmarco Pozzecco.

Essendo uno tra i primi ventisette tornei italiani del circuito Fisb, anche il Torneo in Villa di Venafro ha partecipato all’evento. La squadra vincitrice del contest venafrano, i LUNGHI PERIMETRALI, si è fermata però alla prima fase, vincendo una sola partita su tre e non potendo quindi accedere alle eliminatorie.

Presente sul posto anche una delegazione del Torneo in Villa, che ha avuto la possibilità di confrontarsi con un ambiente che vive e si alimenta di streetball e che cresce a dismisura col passare degli anni.

11745870_1639599569660193_2238227601093487359_n

Prime impressioni molto positive ed emozioni ancora vive nello sguardo di chi era presente. Afa, sole, sudore, schiacciate, botte sotto canestro, palloni sul ferro, buzzerbeater, cronometri impazziti, nervi tesi. Uno spettacolo che tutti i cultori dei playground dovrebbero gustarsi almeno una volta.

Confermata quindi la collaborazione anche per il prossimo anno, nella speranza di ampliare ulteriormente il campo d’azione e partecipare ancora una volta a quello che è senza dubbio il più grande evento di streetball del Paese.

 

 

Le foto sono prese dalla pagina facebook di Fisb Streetball

Articoli Recenti

Archivio Articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi